Recensione Come clonare un hard disk

Trasferire i dati e i programmi da un pc all’altro non è un’utopia.

I tempi dei DVD e le chiavette USB sono passati. Ciò che forse non sai è che puoi creare una copia esatta del tuo disco fisso direttamente su un hard disk portatile. In questo modo avrai a disposizione subito per l’utilizzo non solo i file salvati e i programmi, ma anche il sistema operativo da trasferire su altre postazioni.

Come clonare un hard diskPrima di cominciare la clonazione assicurati di avere a disposizione un hard disk esterno abbastanza capiente in cui poter memorizzare i dati. Quindi vai in Risorse del computer o Computer, clicca sull’icona del disco C: o qualsiasi altro disco tu intendi clonate, con il tasto destro del mouse e seleziona Proprietà.

Controlla quindi a quanto ammonta la capacità dell’unità che dovrai copiare. A questo punto confronta le due memorie e assicurati che il disco portatile sia vuoi poiché verrà formattato, e quindi perderai i dati in esso contenuti.

Fatta quest’operazione di routine, scarica Clonezilla e Tuxboot. Clonezilla è un software open source gratuito che permette di clonare o ripristinare i dischi formattati con i file system più diffusi quali FAT32, NTFS, EXT3, EXT4, HFS+ ecc. Il software va scaricato sotto forma d’immagine ISO e caricato su una penna USB usando Tuxboot, altra applicazione gratuita che dovrete scaricare.

Questa è la procedura da utilizzare per scaricare i due programmi e creare la penna USB che servirà per la clonazione. Lo spazio libero sulla chiavetta deve essere di 200 MB.

  • Dal sito si Clonezilla scarica il programma impostando l’opzione ISO nel menù a tendina Select file type e cliccando sul pulsante Download.
  • Collegati anche al sito di Tuxboot e scaricalo cliccando prima sulla dicitura Files on SourceForge e poi su 0.8, Windows e tuxboot–0.8.2.exe.
  • Scaricati entrambi i software apri Tuxboot, il quale non richiede l’installazione. Metti il segno di spunta accanto alla voce Pre-Downloaded, pigiare sul bottone […] e selezionare il file ISO di Clonezilla. Dal menù a tendina Drive scegli la chiavetta USB e poi clicca su Ok.

In questo modo avrai la penna con Clonezilla. Riavvia il pc ed esegui il boot della chiavetta. Nel caso in cui il compute parte normalmente e non rileva la chiavetta, entra nel BIOS e imposta la penna USB come unità boot primaria. Se usi Windows 8 dovrai anche disabilitare la funzione secure boot che impedisce l’avvio di sistemi operativi diversi da quelli predefiniti.

Se invece Clonzilla parte, scegli la dicitura Clonezilla Live del menù e poi premi Invio sulla tastiera. Imposta la lingua Italiano e selezione l’opzione per non cambiare la mappatura della tastiera. Dopodiché avvia il processo.

Ora hai due possibilità:

  • Selezionare device-image se vuoi creare un’immagine del disco fisso, quindi archiviare i file;
  • Optare per device-device per copiare tutto il contenuto dell’hard disk sul disco esterno senza però archiviarlo;

Scegli l’opzione local_dev, seleziona il disco destinatario, vai prima su Beginner e poi su savedisk. Premi invio quattro volte di seguito e rispondi in modo affermativo alle richieste del software premendo la lettera Y sulla tastiera del pc e invio. La clonazione potrebbe volerci diverse ore, ovviamente dipende dalle quantità di dati da copiare.

Come clonare l’hard disk su Mac

Per eseguire la procedura di clonazione puoi utilizzare Time Machine, un software per il backup gratuito già presente su tutti i pc con sistema operativo OS X.

Come per Windows assicurati di avere un disco esterno con memoria sufficiente per salvare tutti i dati. Per verificare la capacità del disco fisso nel pc clicca sulla mela in alto sinistra dello schermo, seleziona la voce Informazioni su questo Mac e poi la scheda Archiviazione dalla finestra che si apre.

A questo punto dovrai formattare il disco sul quale copierai i file. Collega quest’ultimo al Mac. Comparirà una richiesta di Time Machine, ignorala cliccando sul bottone Decidi dopo. Avvia invece l’Utility Disco presente nella cartella Altro del Launchpad. Si aprirà una finestra. Seleziona il nome dell’hard disk esterno e vai sulla scheda Inizializza per formattare la memoria. Dal menù Formato imposta l’opzione Mac OS esteso (journaled) e poi clicca su Inizializza.

Comparirà di nuovo una richiesta di Time Machine, questa volta dovrai accettarla cliccando sul pulsante Utilizza come disco di backup. Se non fosse visualizzato nessun messaggio, vai in Preferenze di sistema, clicca su Time Machine e poi su Seleziona disco di backup. Scegli il disco esterno che utilizzerai per la copia e sposta la levetta sulla sinistra su ON.

I backup fatti da Time Machine possono essere utilizzati, nel caso occorra, per ripristinare i singoli file o tutto il sistema operativo. L’unica pecca sta nel fatto che i backup creati non possono essere avviabili. Ovvero se colleghi al Mac un hard disk esterno con i file e il sistema operativo questo non si avvierà.